venerdì 27 febbraio 2009

Può una donna essere bellissima e molto intelligente?


La risposta è .
Il problema è che in Italia e in tv non hanno spazio.
Perchè, diciamocela tutta, se in televisione mostrassero donne che oltre ad essere belle sono brave e anche intelligenti....
Oggi aprendo i giornali ci hanno colpito e messo allegria, nel drammatico contesto di violenza e crisi economica, due notizie apparentemente distanti tra loro.
Il discorso di Obama al congresso americano "più tasse ai ricchi per finanziare lo stato sociale e investimenti sulle energie verdi" e un'intervista, su la repubblica, ad una bellissima donna..Eva Mendes!!
L'intervista è da leggere tutta a nostro avviso...attenti però poichè correte il rischio di innamorarvi perdutamente di una donna che non potrete mai avere(forse...).
Se volete rischiare.... (per continuare clicca su "leggi tutto")

Eva: "La morte alza gli ascolti dall´antica Roma a YouTube"

"Simona chi? Mi scuso, ma non ho la minima idea di chi sia. Vengo in Italia ma non guardo la tv .
La roulette russa non si discosta troppo dall´idea di televisione di molti manager
Ieri le folle davanti alla ghigliottina, oggi si paga per assistere alle esecuzioni"
La Mendes è a Roma per presentare "Live!", che l´attrice ha anche prodotto, e sarà sugli schermi dal 6 marzo: il film è la storia di una cinica conduttrice tv disposta a tutto per fare audience
MARIA PIA FUSCO
ROMA


Chissà se qualche showgirl della tv nostrana si riconoscerà segretamente in Kate, la protagonista di Live! - dal 6 marzo con Moviemax in 140 copie - e nella sua ossessione per gli ascolti. Certo, la scelta di Kate per salvare l´audience del canale è un po´ troppo anche per la più ambiziosa delle nostre star: uno show sulla roulette russa, con sei persone che si puntano alla tempia una pistola caricata con cinque colpi a salve, uno mortale. Morte in diretta. Trovare i concorrenti è facile, il premio per quelli che sopravvivono è di 5 milioni di dollari. Lo show è un trionfo, l´audience supera il 50%.
Autore di Live!-Ascolti record al primo colpo è Bill Guttentag, Oscar per il documentario "Twin towers". Kate è Eva Mendes, che, disponibile ad ogni domanda, si stupisce solo quando le parlano di Simona Ventura:
«Simona chi? Mi scuso, non ho la minima idea di chi sia. Vengo in Italia spesso, ma non guardo la tv italiana».
Perché ha voluto tanto questo film al punto da produrlo?
«Intanto il ruolo era scritto per un uomo ed è stato fantastico strapparglielo, ma soprattutto volevo una storia molto provocatoria, che facesse riflettere e discutere. Piaccia o no il film, sarei contenta se qualcuno si ponesse quesiti morali. È più colpevole Kate o il pubblico che vede lo show o i concorrenti che, comunque sanno a cosa vanno incontro e hanno firmato un contratto?».

Lo vede come un film di fantascienza o è una storia probabile?

«La parte spaventosa del film è che molti manager di reality sarebbero d´accordo con Kate, da noi la concorrenza per l´audience è feroce. Ma se durante le riprese pensavo a una satira sulla tv Usa, sempre più mediocre, poi ho capito che il film riguarda tanti altri paesi. Non immaginavo ad esempio che il Grande Fratello qui fosse arrivato alla nona edizione, è una follia».

Nel film si citano la tv italiana e la Francia...

«Si dice che negli show italiani ci siano ballerine con seni nudi e glutei esposti. Giusto? E Kate nel film taglia un seno nudo dallo show dicendo "mica siamo in Francia". Perché da noi puoi mostrare armi, violenza e morte nelle news, ma sul nudo siamo molto puritani. Posso testimoniarlo: ho fatto una campagna per Calvin Klein in cui ho un solo seno scoperto. E in America sono stata censurata».

Qual è il peggio della tv americana?

«Trovo disgustosi gli show che fingono di interessarsi alle persone coinvolte invece le sfruttano e le manipolano. Da vent´anni va in onda lo Jerry Springer show, dove ad esempio si dice a qualcuno "sai che tua moglie ti tradisce con il tuo migliore amico?" e quello litiga con l´amico, con la moglie e tutti s´insultano, piangono, si scannano. Mettere in piazza le angosce emotive e i sentimenti è orribile. Non condanno nessuno: siamo tutti responsabili se continuiamo a guardare i reality. Ma non tutta la tv è trash, ci sono serie belle, come Madmen o Damages con Genn Close. C´è anche un reality che si salva, Runaway project, che promuove la creatività dei partecipanti».

Perché la gente ama vedere situazioni estreme fino alla morte?

«Non ho una risposta, non so chi ce l´abbia. Posso dire, come Kate, che la curiosità per lo spettacolo della morte viene da lontano: i romani al Colosseo, le folle davanti alla ghigliottina, in Usa c´è chi paga per assistere alle esecuzioni. E oggi la morte la vedi su YouTube».

Ci sono attrici che considera modelli?

«Agli inizi, essendo scura e latina, pensavo alle grandi italiane: Magnani, Loren, Lollobrigida, Cardinale. Ora penso che vorrei avere una varietà infinita di ruoli, come Kate Winslet, dalla commedia romantica al thriller, vorrei sempre sorprendere. Tra gli italiani mi piacerebbe lavorare con Muccino, L´ultimo bacio è il mio preferito».

È vero che da bambina voleva farsi suora?

«Sì, non so perché mi piacesse tanto l´idea. Poi, essendo di una famiglia modesta sempre con problemi di soldi, quando mia sorella mi ha spiegato che le suore non guadagnano, la vocazione è passata. In realtà se non avessi fatto l´attrice avrei fatto l´architetto o il designer di interni. L´architettura mi affascina, perciò amo tanto l´Italia».

La sua famiglia è di origine cubana. È mai stata a Cuba?

«No, ma ho una grande curiosità di conoscerla. Aspetto il momento opportuno, che non è adesso. La mia famiglia ha sofferto troppo, se andassi ora a Cuba si potrebbe pensare che appoggio Castro».

2 commenti:

GaS ha detto...

Sta per uscire finalmente!!!!
Non vedo l'ora di rivedere Eva Mendes col suo nuovo film, attualmente in italia, e in cui ha rilasciato una bella intervista, visibile quì:
http://www.film-review.it/new/show/news/274/Eva_Mendes_a_Roma_per_Live!_.htm

luca stamati ha detto...

@gas
siamo in due ehehehehe