martedì 24 giugno 2008

Una notizia allarmante sui termovalorizzatori


Pubblichiamo di seguito la lettera del presidente dell'associazione Pangea Blu, Luca Stamati, pubblicata sulle pagine napoletane de La repubblica di qualche giorno fa.....
La trovate anche (qui) sul blog di Norberto Gallo (che naturalmente ringraziamo).

Una notizia allarmante sui termovalorizzatori
(Scritto da Luca Stamati - da la Repubblica Napoli, 21-06-2008)


Leggo su "Repubblica" che la Camera ieri ha approvato all'unanimità l'emendamento, presentato dal segretario regionale del Pd Iannuzzi, sugli incentivi per i termovalorizzatori campani. E così con l'appoggio determinante di Bertolaso sono rientrati dalla finestra quei famosi Cip6 (incentivi per le fonti energetiche alternative) che il governo Prodi aveva giustamente escluso (ricordo che solo in Italia il Cip6 è previsto per questi impianti) e limitato al solo inceneritore di Acerra.
Eppure sul "Venerdì di Repubblica" del 16 maggio è apparso un articoletto dal titolo:
"Quando la salute se ne va in fumo (tossico)" preceduto da un occhiello: "Una ricerca francese sottolinea il rapporto diossina-cancro".
Ecco cosa diceva l'articolo:
«Nelle popolazioni che vivono in prossimità di impianti di incenerimento dei rifiuti è stato riscontrato un aumento dei casi di cancro dal 6 al 23 per cento. Lo dice una ricerca resa pubblica il 3 aprile scorso, l'ultima delle 435 ricerche consultabili presso la biblioteca scientifica internazionale Pub med (www.ncbi.nlm.nih.gov) che rilevano danni alla salute causati dai termovalorizzatori per le loro emissioni di diossina, prodotta dalla combustione della plastica insieme ad altri materiali. Questa molecola deve la sua micidiale azione alla capacità di concentrarsi negli organismi viventi e di penetrare nelle cellule.
Qui va a "inceppare" uno dei principali meccanismi di controllo del dna, scatenando le alterazioni dei geni che poi portano il cancro e le malformazioni neonatali».
Per la miseria, ma questa notizia è una bomba.
Come mai non l'ho letta su nessun altro grande giornale né sentita su qualche telegiornale?
Eppure è di stretta attualità e l'istituto che l'ha resa pubblica è l'Istituto statale di sorveglianza sanitaria francese.
Qualcuno può aiutarmi a capire?

16 commenti:

conteoliver ha detto...

In fondo i termovalorizzatori sono inceneritori (che quindi bruciano pile scariche, medicine scadute, insomma qualunque cosa viene buttata nella spazzatura) che sfruttano il calore prodotto per ricavare due spiccioli di corrente.
Probabilmente la lobby dei nuovi impianti (o l'ambientalismo del fare, come lo chiamava Veltroni) è abbastanza potente da farlo passare sottovoce.
Repubblica, per conciliare la nuova posizione anti Berlusca con gli affari del suo editore, sceglie la via di mezzo di metterla nel magazine settimanale. Gli altri, neanche quello.

bstucc ha detto...

L'Europa e' piena di inceneritori, e nessuno se ne lamenta, a parte i talebani verdi. Tutti scemi fessi e corrotti?
Dimostrami SU BASE SPERIMENTALE e non per sentito dire che le diossine siano cancerogene. Nel registro delle sostanze cancerogene ci trovi il caffe', ma non le diossine (sospette e basta)

francesco ha detto...

bstucc parlavano come te quelli che facevano profitti con l'amianto.Ma quando non sarà rimasto più nulla ci mangeremo i soldi?

Franco Tàmbaro ha detto...

ciao, Luca.

Condivido, ma, ormai, sono rassegnato. Alla fine, il premier imporrà anche il termovalorizzatore ad Acerra (sul quale, in particolare, sono contrarissimo).

Spero solo che si rispettino complessivamente le norme (dubito) ed, a proposito del tema-rifiuti,che le già 'commissariate' (dal Cavaliere) Giunte Bassolino&Iervolino (entrambi pensano, probabilmente, in particolare..... al prossimo 'duello' Cozzolino-Nicolais) - Giunte che ho votato dal 1992 - vadano, in quanto tali, al più presto ad integrare la 'raccolta indifferenziata'!!!!!

francesca ippolito ha detto...

sono avvilta. è avvilente!! non avevo comprato repubblica sabato, ma è possibile che nessun giornale abbia ripreso questa notizia? e quanti l'hanno letta non hanno protestato? non hanno inondato la redazione del giornale per saperne di più?? ma è possibile ch ormai siamo talmente cloroformizzati ch non ci smuove più nulla!!!!????
chiedo scusa per lo sfogo...

clark kent ha detto...

si anch'io ne sento la puzza purtroppo.....una puzza intensa, penetrante di CLOROFORMIO!!!
ps. bravo stamati comunque e, se permettete, brava La Repubblica!

zorro napoletano ha detto...

sapete che vi dico? siccome la notizia riportata nell'articolo viene dal istituto dii sorveglianza statale francese, dunque un organismo governativo, anch'io, come l'uomo della foto sul post "all'inceneritore otto casa nia dico NO!!!""

ventopiumoso ha detto...

una piccola risposta a bstucc, "Dimostrami SU BASE SPERIMENTALE e non per sentito dire che le diossine siano cancerogene.", bene, vai su pub med, il più grande archivio di articoli di medicina, e ne trovi quanti ne vuoi. ad esempio: "Sarcoma risk and dioxin emissions from incinerators and industrial plants: a population-based case-control study (Italy)"
di P. Zambon, Paolo Ricci, et al. (http://www.pubmedcentral.nih.gov/articlerender.fcgi?tool=pmcentrez&artid=1948886&rendertype=abstract)
oppure: "Risk of soft tissue sarcomas and residence in the neighbourhood of an incinerator of industrial wastes" di P. Comba et al. (http://www.pubmedcentral.nih.gov/articlerender.fcgi?tool=pmcentrez&artid=1740633). oppure.. oppure te li cerchi da te, sono (come da trafiletto de l'espresso) parecchie centinaia. e poi puoi dare un'occhiata a http://www.nanodiagnostics.it/ (ed in particolare http://www.nanodiagnostics.it/FontiInquinamento.aspx?ID=2). vedi, spesso la nostra ideologia politica oscura lo spirito critico. non è che 2+2 smette di fare 4 perché lo dice berlusconi e lo ripetono tutte le tv (idem se lo dicesse veltroni)

il Russo ha detto...

La cosa ancora più disgustosa é che, agli occhi dell'opinione pubblica nazionale, le vicende campane siano state rimosse dall'agenda politica quotidiana: perchè risolte? Nossignori.
Prima si é scatenato nei vostri confronti un fortissimo risentimento per lo stato di degrado, ora si concede carta bianca a questo governo purchè faccia qualunque cosa, indipendentemente dalla propria efficacia e nocività...

lena chiosi ha detto...

...ma questa notizia allarmante non è nuova , sono forse un paio di mesi che gira su internet insieme al video. Oltretutto, molti medici italiani hanno messo in evidenza,ancor prima,il problema dei termovalorizzatori per la nostra salute...ma loro non vengono ascoltati , anzi si cerca di screditarli quando si schierano contro chi li vuole a tutti i costi costruirli. Comunque, la nostra sindaca, qualche giorno fa , ha gioiosamente annunciato, che ci costruiranno un bel termovalorizzatore ad Agnano.....ma poi, perchè si continua a chiamarli termovalorizzatori? Si chiamano INCENERITORI!!!!!
Aggiungi anche che il picco dei danni causati dagli inceneritori alla nostra salute e a quella dei nostri figli si avra' tra una quindicina di anni
Cordialmente

Diego d'Andria ha detto...

Ciao Luca,

in effetti dopo che il CIP6 per gli impianti "assimilabili" era stato rimosso, mi ero domandato con quale sistema il "club degli onesti" intendeva rendere economicamente fruttuosa la gestione dell'inceneritore di Acerra. Ora mi è più chiaro, e la risposta era in fondo banale: visto che la vicenda del CIP6 era balzata agli occhi degli elettori, e che l'inceneritore non sarebbe certo stato attivato in tempi brevi, hanno eliminato la norma in questione con gran clamore giornalistico, per poi tentare di rimetterla in vigore adesso, zitti zitti. Durante il periodo estivo, si sa, vengono passate le peggiori porcate legislative.

Per fortuna qualcuno vigila... grazie Luca!

Just Walter ha detto...

sono d'accordo al 100% col ConteOliver.

Alessandro Biamonte - Buongiorno Napoli ha detto...

Caro Luca, Cari Blogger. Non sono sparito. Se leggete il mio ultimo post su buongiornonapoli, capirete che l'incalzare dei dibattiti senza fondo sulle sorti della città, mi ha quasi indotto un senso di frustrazione. Quindi ho detto: per un po' meglio fare parlare il silenzio.
Quanto all'argomento di questo post, premetto che tempo fa, insieme ad altri, sottoscrissi un manifesto dal titolo "termodistruzione ambientale" all'indomani del famigerato decreto che prevedeva i CIP6 per tutti i rifiuti destinati all'impianto di Acerra.
Ritengo, però, di fronte alle scelte ormai irrimediabili e irretrattabili, ora sia il momento di operare affinché tutto avvenga nel rispetto fondamentale del diritto alla salute e con tutte le garanzie del caso.
Poi, occorre assolutamente battersi perché la differenziata sia una scelta definitiva, vera e totale - non di facciata (trovo estremamente ridicolo coinvolgere in tutto 100.000 abitanti, con il solo scopo di garantire i minimi di legge) -.

Cris ha detto...

ciao!!!!!!!complimenti per il blog!!!!!!!!ti volevo proporre uno scambio link!!!!!il mio blog è http://wwwblogdicristian.blogspot.com/ ciao fammi sapere.

Cris ha detto...

scusate il ritardo!!!!!grazie per aver accettato lo scambio link.vi linko subito.ciao,a presto.

clark kent ha detto...

ciao buone vacanze
e ti segnalo...
"E non c'era rimasto più nessuno a protestare. Povera Italia! "

L'ultimo nostro post su
http://inciucinapoli.blogspot.com
cordialmente
clark :)